Piaceri sconosciuti

joy-division-unknown-pleasures

Questa è la copertina dell’album Unknown Pleasures dei Joy Division, uscito negli anni ’70. Ora, non chiedetemi cosa c’entrano questi misteriosi “piaceri sconosciuti” con l’astrofisica, ma le onde rappresentate qui sono le emissioni radio di una pulsar.

Cos’è una pulsar? Quando una stella invecchia, il suo diametro aumenta (proprio come accade alla pancia degli esseri umani), finché diventa talmente enorme da collassare in un’immane esplosione chiamata supernova. Ciò che rimane è una sfera grande all’incirca come un quartiere di una città, composta di neutroni: la stella di neutroni. Questa è talmente densa che se fosse possibile estrarre un cucchiaino da tè di materia da una stella di neutroni, questa peserebbe migliaia di tonnellate. Ciò è possibile perché la materia “normale”, di cui tutto ciò che ci circonda è composto, è fondamentalmente vuota, cioè gli spazi tra un atomo e l’altro sono enormi. Siamo fatti di vuoto, insomma. Ma i neutroni della stella di neutroni sono attaccati uno all’altro, e perciò il peso è talmente grande da essere inconcepibile.

Se una stella di neutroni si mette in rotazione, lo fa in maniera eccezionalmente veloce, fino a 700 rotazioni al secondo, arrivando a girare su se stessa a 1/4 della velocità della luce. Questa è la pulsar, ed è finita sulla copertina di un album pop.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s