i 4 gradi dell’ubriachezza

54cb24994631b_-_inglouriousbasterds0191

Favoloso articolo (in inglese) di Esquire, traduco alcune parti. Primo bicchiere:

Un drink – e parliamo di un generoso bicchiere di superalcolico – non contiene abbastanza alcol per farti smettere di funzionare regolarmente. La tua vista, la tua grazia naturale, la tua bussola morale, sono tutti lasciati intatti. Perché un drink non compromette nulla. Ma migliora. Il tuo mondo diventa leggermente migliore. Il bar è leggermente migliore. Il tuo cane è un cane leggermente migliore. Il tuo lavoro è leggermente migliore. E per tutto ciò non paghi prezzo alcuno. Non hai combinato casini. Non hai detto nulla di stupido. Eri un gentleman quando hai iniziato quel bicchiere e sei un gentleman, leggermente più interessante, quando lo hai finito. Un solo drink è una corsa gratuita.

Secondo:

Due drink sono un’aura che deve essere tenuta sotto controllo per a) non trasformarsi in mal di testa o b) accelerare ed andare fuori controllo. Due drink sono un’opportunità. È la chance di trasformare il tuo innalzato stato mentale in una delle migliori notti della tua vita. Ma due drink non sono in nessun caso un punto di arrivo.

Terzo:

Empiricamente, non c’è miglior numero di drink di tre. Tre drink ti mettono esattamente sul confine sfumato tra te e l’ubriachezza, una linea nella sabbia che è stata cancellata da un’onda; ancora la vedi ma appena. Un drink in meno e stai bevendo responsabilmente; uno in più e stai camminando in ginocchio chiedendo ad estranei di andare al karaoke. Ogni conversazione è sia divertente che importante. Buone idee diventano brillanti idee. Si fanno piani, e sembrano facili e divertenti. E se alla fine della notte sei in un taxi e non sai esattamente qual è la destinazione, tutto andrà per il verso giusto.

Quarto e oltre verso l’infinito:

Il quarto bicchiere è l’annuncio al mondo che, durante le prossime 12 o 24 ore, farai fatica a ricordare ciò che hai fatto o, forse, ancora di più a dimenticarlo. Un nuovo, incredibile mondo ti si è spalancato davanti, un grande, accecante universo di magia e possibilità. Ora, sei un uomo che potrebbe iniziare a confondere nomi con verbi. Sei un uomo che potrebbe cadere dallo sgabello del bar. Sei un uomo che potrebbe dormire vestito sul pavimento.